Percorso




Banner_no_viv

Banners



COME SOSTENERCI?
clicca qui

cingliale

Gogodigital Paypal Donation



AcyMailing Module


Iscriviti

    Iscriviti alle newsletter di           Equivita

Vienici a trovare su Facebook


Facebook Image

Seguici su Twitter


Twitter Image


Diciamo no a nuove autorizzazioni di mais gm!


Fonte: Save our Seeds

 

Cari amici di Save our seeds e Gmo-free Europe,

mercoledì 28 novembre la Commissione europea prenderà una decisione di vasta portata per il futuro della coltivazione degli Ogm in Europa.

Vi chiediamo per questo di agire immediatamente.

Il Commissario europeo per l’Ambiente Stavros Dimas ha per la prima volta proposto di non autorizzare la coltivazione di due nuove varietà di mais gm: Bt-11 (Syngenta) e 1507 (DuPont/Pioneer).

Modificate con il pesticida Bacillus thuringiensis, entrambe le varietà risultano tossiche per una vasta gamma di farfalle notturne e diurne, tra cui la piralide del mais, parassita diffuso in alcune aree d’Europa che danneggia la resa dei raccolti, in particolare delle monocolture di mais. Secondo il Commissario, nonostante l’EFSA (Autorità europea per la sicurezza alimentare) abbia emesso parere positivo sulla sicurezza dei due mais gm, nuove prove scientifiche evidenziano i rischi a lungo termine provocati dalla loro coltivazione.

L’industria degli Ogm si oppone con ogni mezzo all’adozione di questo lodevole approccio precauzionale e spera che gli altri membri della Commissione ribaltino la proposta di decisione di Dimas. Ci risulta che alcuni Commissari siano effettivamente intenzionati a compiere tale passo minando l’autorità del Commissario responsabile e creando un precedente per le future operazioni di lobby dell’industria.

Secondo la nostra valutazione, il Commissario Dimas ha preso l’unica decisione lecita in base al principio di precauzione sancito dalla legislazione europea. L’automatica approvazione degli Ogm da parte dell’EFSA è stata ampiamente criticata in passato, anche dalla Commissione e da vari stati membri dell’Unione.

E’ nostra convinzione, inoltre, che nell’adottare la propria decisione, la Commissione debba non soltanto tenere conto delle valutazioni scientifiche del rischio ma anche considerare le conseguenze che derivano dall’autorizzare il rilascio commerciale degli Ogm nell’ambiente dal punto di vista della gestione del rischio. Ciò comporta, inevitabilmente, mettere in conto che l’attuale conoscenza scientifica su di un Ogm possa apparire in futuro insufficiente o persino falsa. Ciò è di fatto accaduto frequentemente con l’autorizzazione di pesticidi e la valutazione scientifica di altre sostanze tossiche.

Riteniamo, infine, che la Commissione abbia insieme il diritto e il dovere di prendere in considerazione anche altri fattori cosiddetti socio-ecomomici ed etici, compresi il rifiuto generalizzato degli Ogm da parte dei cittadini europei e l’illecito fardello della potenziale contaminazione da Ogm che grava sugli agricoltori dell’UE, contrari alla coltivazione di mais gm.

Per queste ragioni vi esortiamo a inviare lettere per e-mail, fax e posta ai Commissari tentati di mettere in minoranza la proposta del Commissario per l’Ambiente su questa cruciale decisione, mostrando loro che la loro scelta è al centro dell’attenzione dei cittadini europei.

Per maggiori informazioni: www.saveourseeds.org

Di seguito sono riportati gli indirizzi e-mail di alcuni Commissari e una proposta di testo che è possibile utilizzare per inviare una lettera di sostegno alla decisione del Commissario Dimas.

Per un elenco completo di tutti i Commissari UE:

http://ec.europa.eu/commission_barroso/index_en.htm

Vi ringraziamo per il vostro sollecito aiuto e vi chiediamo di diffondere questo appello.

Benedikt Haerlin

Save our Seeds

Foundation on Future Farming

Marienstr.19-20, 10117 Berlin, Germany

tel +49 30 27590309, fax +49 30 27590312

www.saveourseeds.org +++ www.planet-diversity.org +++

www.gmo-free-regions.org

Indirizzo e-mail di alcuni Commissari

Presidente - Barroso:

sg-web-president@ec.europa.eu

Vicepresidente - Guenter Verheugen:

guenter.verheugen@ec.europa.eu

Vicepresidente - Margot Walström:

margot.wallstrom@ec.europa.eu

Commissario per la Salute - Markos Kyprianou:

markos.kyprianou@ec.europa.eu

Commissario per l’Agricoltura - Mariann Fischer-Boel:

Mariann.Fischer-Boel@ec.europa.eu

Commissario per l’Ambiente - Stavros Dimas (inviate anche a lui una copia della vostra lettera) stavros.dimas@ec.europa.eu

Gentili Commissari europei,

scrivo per esprimere pieno sostegno alla proposta del Commissario per l’Ambiente Stavros Dimas contro l’autorizzazione delle due varietà di mais geneticamente modificate (BT11 e 1507) sviluppate dalle aziende chimiche Syngenta e Pioneer/Dow. Gli scienziati hanno recentemente dimostrato che questi Ogm danneggiano l’ambiente e che, diversamente da quanto si riteneva, possono arrecare più danni che vantaggi.

Vi esorto a prendere in considerazione i risultati di tali studi scientifici e di agire affinché queste colture rischiose e dagli effetti imprevedibili non siano commercialmente coltivate in Europa. Tale approccio precauzionale sarebbe in linea con la posizione adottata da un numero sempre maggiore di stati membri in cui la coltivazione degli Ogm è stata sospesa o proibita.

Opponendosi all’autorizzazione dei due mais gm, la Commissione agirebbe in accordo con quanto prescritto dalla legge europea sull’implementazione del principio di sicurezza e sulla valutazione dei rischi. La maggioranza dei cittadini europei ha ribadito più e più volte la propria opposizione agli Ogm.

Mi auguro che la Commissione europea metta la sicurezza ambientale e la salute dei cittadini prima degli interessi commerciali di due aziende chimiche.
Vi chiedo di privilegiare la salute e l’ambiente e di sostenere la proposta del Commissario Dimas contro l’autorizzazione delle due nuove varietà di mais gm.



Powered by Joomla! 1.6 - Webmaster: Roberto Trozzo