Banner_no_viv

Banners



COME SOSTENERCI?
clicca qui

cingliale

Gogodigital Paypal Donation



AcyMailing Module


Iscriviti

    Iscriviti alle newsletter di           Equivita

Vienici a trovare su Facebook


Facebook Image

Seguici su Twitter


Twitter Image


Newsletter maggio 2007

Maggio 2007

Studio evidenzia effetti tossici del Roundup su cellule umane embrionali

Fonte: CRIIGEN (Commitee for Independent Research and Information on Gentic Engineering) Comunicato stampa

L’equipe del professor Seralini dell’ Università di Caen ha appena pubblicato uno studio che evidenzia gli effetti tossici finora sconosciuti dell’erbicida Roundup sulle cellule umane embrionali.

Il Rondup è il principale erbicida utilizzato al mondo ed è impiegato anche per gli OGM alimentari.

Le cellule embrionali sono state ottenute da una linea coltivata in laboratorio e il loro utilizzo non ha richiesto la distruzione di embrioni.

I ricercatori hanno inteso comprendere più a fondo gli effetti del Roundup precedentemente osservati su cellule placentari (studio del 2005) e metterli a confronto con quelli indotti sulle cellule embrionali.

Per leggere il comunicato: http://www.criigen.org/com.presse_Rup_0507.pdf

Per leggere il rapporto: http://www.springerlink.com/content/d13171q7k863l446/fulltext.html

Maggio 2007

Alimenti geneticamente modificati e salute: una fonte di preoccupazione?

Fonte: Irish Medical Journal, maggio 2007, volume 100, numero 5 - E. Cullen, Thomastown, Kilcullen, Co. Kildare.
Nei negozi d’Irlanda sono in vendita alimenti contenenti Ogm.

Un’analisi degli alimenti a base di soia avviata dalla Food Safety Authority (Autorità per la Sicurezza Alimentare) irlandese nel 2002 ha infatti rivelato che circa la metà dei prodotti testati conteneva ingredienti geneticamente modificati.

Tra i prodotti risultati positivi ai test, cibi per bambini e dessert di soia.

Il contenuto transgenico degli alimenti può non essere immediatamente evidente al consumatore in quanto se la componente gm è inferiore all’1% del prodotto non esistono obblighi di etichettatura.

Particolarmente preoccupante è che 5 campioni risultati positivi ai test fossero stati etichettati come liberi da Ogm.

27/05/07

De Castro, gli OGM e il teorema della confusione

Continua il dibattito sul cosiddetto "Frankestein Food", ma le parole del ministro De Castro non aiutano a fare chiarezza

Fonte: Greenplanet, Emiliano Angelelli

Lo definirei “il teorema della confusione”, quello attraverso il quale il ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali, Paolo De Castro,  ha cercato di fare chiarezza riguardo la posizione del suo ministero sugli ogm e sull'accordo stipulato con Assobiotec, l'associazione delle aziende biotecnologiche italiane. Già, perché come temevamo, di accordo si tratta, se è vero che durante la settimana i Protocolli sono stati consegnati ai giornalisti da Verdi Ambiente e Società, nel corso della presentazione della Giornata Nazionale Mangiasano. Protocolli pericolosi che consentiranno la sperimentazione in campo aperto di Ogm "made in Italy" e che riguarderanno ulivo, vite, pomodoro, melanzana, fragola, ciliegio, kiwi, agrumi e mais, ovvero i prodotti che distinguono la nostra produzione agroalimentare e che ci rendono protagonisti sul mercato nazionale e internazionale.

Per leggere la notizia: http://www.greenplanet.net/content/view/19240/1/

25/05/07

Appello di Friends of the Earth: attiviamoci per proteggere le sementi convenzionali dagli OGM!

Fonte: Friends of the Earth

Il dibattito sulla necessità di istituire soglie per la contaminazione da OGM nelle sementi convenzionali infuria in Europa da anni: dopo un lungo periodo di silenzio, la Commissione europea indice una consultazione online senza alcuna pubblicità e con una scadenza molto prossima.

La consultazione è costituita principalmente da test a scelta multipla, ma i quesiti sono formulati in modo molto ambiguo e, in taluni casi, fuorviante. Per aiutare i partecipanti a rispondere, Friends of the Earth e GM Freeze hanno approntato una breve guida accessibile all’indirizzo: http://www.foe.co.uk/resource/action_guides/gm_seeds_action.pdf

Altre organizzazioni hanno formalmente protestato contro l’iniziativa sollecitando l’avvio di una procedura realmente partecipata e chiedendo che sia chiarito il ruolo della consultazione nelle decisioni che saranno adottate in merito alla soglia di tolleranza delle sementi.

http://www.saveourseeds.org/en/frame.php?page=consultation

24/05/07

Relazione Aubert sui prodotti biologici

Fonte: Monica Frassoni Euronews

Martedì 2 maggio 2007, il Parlamento Europeo di Strasburgo ha adottato con 611 voti a favore e 61 contrari il rapporto della deputata francese Marie-Helène Aubert, Vice-Presidente dei Verdi/ALE al Parlamento europeo, sulla produzione e l’etichettatura di prodotti biologici.

A differenza della proposta iniziale della Commissione europea, che tendeva verso una semplificazione generale a scapito della qualità, il Parlamento europeo con il rapporto Aubert chiede delle regole più severe per le importazioni e gli organi di certificazione, un’etichettatura più precisa, l’integrazione dei prodotti bio non-alimentari nell’ambito della regolamentazione e l’estensione del regolamento alla ristorazione collettiva.

Per leggere la notizia: http://www.monicafrassoni.it/data/frassoni/MonicaFrassoniEuroNews49.pdf

22/05/07

Brasile: CTNBio approva il grano GM con la forza

Fonte: GMWatch

Lo scorso 16 maggio la CTNBio (Commissione Tecnica Nazionale di Biosicurezza) ha approvato con 17 voti a favore e 5 contrari l’immissione in commercio del grano GM della Bayer. L’atto di forza è stato reso possibile dalle modifiche recentemente apportate dal governo alla legge che regola le autorizzazioni dei transgenici: secondo le norme precedenti la sola maggioranza semplice (14 voti su 27) non sarebbe stata sufficiente all’approvazione del provvedimento.

Per leggere la notizia: http://www.gmwatch.org/archive2.asp?arcid=7914

21/05/07

11.880 confezioni di riso OGM cinese sequestrato in Italia: Greenpeace chiede trasparenza e controlli capillari.

Fonte: Greenpeace Italia

Grenpeace ha ricevuto comunicazione dal Ministero della Salute che sono state poste sotto sequestro11.880 confezioni di un prodotto a base di riso, di provenienza cinese, con data di produzione 06/12/2006. I prodotti in questione sono risultati positivi alla presenza di riso illegale Bt63. Il sequestro è stato effettuato dai NAS di Brescia.

Per leggere la notizia: http://www.greenpeace.org/italy/ufficiostampa/comunicati/riso-ogm-italia

17/05/07

Colombia: Irrorazioni aeree di Roundup Ready causano danni al DNA

Fonte: SciDev.Net

Tra la fine del 2000 e il principio del 2001 il governo colombiano ha disposto che le piantagioni di coca illegali presenti al confine tra Colombia ed Ecuador venissero irrorate per via area con l’erbicida Roundup Ready, applicato in concentrazioni 20 volte superiori a quella consigliate.

Nei mesi immediatamente successivi, un gruppo di ricercatori della Pontificia Università Cattolica dell’Ecuador ha analizzato i campioni ematici di 24 ecuadoriani residenti entro 3 km dal confine dei due stati e li ha confrontati con quelli di 21 soggetti residenti a 80 km dall’area interessata.

I 24 ecuadoriani residenti in prossimità dell’area colpita dalle irrorazioni hanno evidenziato una prevedibile notevole incidenza di disturbi quali vomito, diarrea, difficoltà respiratorie e problemi visivi ed un’incidenza superiore alla norma tra 600 e 800% di danni al DNA. Gli scienziati hanno escluso che tali danni potessero essere stati causati dall’assunzione di alcol, droga o tabacco o dall’esposizione ad altri tipi di erbicidi o pesticidi, mentre Cesar Paz y Mi?o, capo dell’equipe di ricerca, ha sottolineato come i danni al DNA possono attivare geni associati allo sviluppo del cancro e causare aborti o malformazioni embrionali.

16/05/07

Stati Uniti: USDA autorizza produzione di riso farmaceutico in Kansas: riprovazione dalla USA Rice Federation

Fonte: USA Rice Federation

La USA Rice Federation ha espresso oggi il proprio netto disaccordo con l’APHIS (Animal and Plant Health Inspection Service), agenzia del Dipartimento per l’Agricoltura statunitense, per aver autorizzato la Ventria Bioscience a coltivare riso contenente proteine umane nella contea di Geary, Kansas.

‘La USA Rice Federation disapprova la decisione dell’APHIS e si augura che la Ventria Bioscience e le autorità proteggano la produzione risicola dal rischio di contaminazione adottando validi protocolli di sicurezza. La contaminazione da OGM porterebbe infatti ingenti danni all’industria del riso’.

Per leggere la notizia: http://www.usarice.com/news/index.cgi/5/

15/05/07

Annullato il brevetto Monsanto sulla soia GM

Secondo l’Ufficio del Brevetto europeo manca di innovazione

Fonte: Consiglio dei Diritti Genetici, Nicoletta de Cillis

Revocato per motivi tecnici il brevetto della multinazionale Monsanto su tutti i tipi di semi e di piante di soia geneticamente modificati. Dopo 13 anni la corte d’appello dell’Ufficio del Brevetto Europeo, EPO, con sede a Monaco, ha infatti accolto le argomentazioni di un ampio fronte di organizzazioni della società civile, non riconoscendo al brevetto EPO301749 un elemento di novità e giudicando la documentazione insufficiente a rendere l’invenzione replicabile da altri scienziati.

Per leggere la notizia: http://www.consigliodirittigenetici.org/new/displaynews.php?id=203

12/05/07

De Castro e gli OGM che non vuole nessuno

Fonte: Greenplanet

Si è svolta venerdì 11 maggio una conferenza stampa presso il Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali a cui hanno partecipato, tra gli altri, Assobiotech, l’associazione delle aziende biotecnologiche italiane, e il ministro De Castro.

L'incontro riguardava il "nuovo indirizzo dell'industria agrobiotecnologica italiana" e ha visto Assobiotec dichiarare il proprio intento di rinunciare alla sperimentazione su geni provenienti dall'uomo e dagli animali per modificare geneticamente colture agricole.

Per leggere la notizia: http://www.greenplanet.net/content/view/19144/205/

11/05/07

Nessun rilascio di OGM in ambiente

Fonte: Greenpeace Italia

Assobiotec rinuncia alla sperimentazione su geni provenienti dall'uomo e dagli animali per modificare geneticamente colture agricole. Secondo Greenpeace, l'impiego di Ogm in campo agroalimentare comporta enormi rischi, qualunque sia la provenienza dei geni usati. E' il caso del mais Monsanto MON863. Ma il ministro De Castro ha la memoria corta e rilancia 9 nuove sperimentazioni.

Per leggere il comunicato: http://www.greenpeace.org/italy/ufficiostampa/comunicati/Assobiotec-monsanto

11/05/07

No ai brevetti sulla conoscenza

Fonte: Equivita, Fabrizia Pratesi

Il Comitato Scientifico EQUIVITA esprime il suo grave allarme per l’azione dell’Ufficio Brevetti Statunitense (vedi “Copyright anche sullo Yoga”, La Repubblica, 10/05/07) che ha emesso centinaia di brevetti  e migliaia di marchi di fabbrica attingendo all’antica tradizione e cultura indiana dello yoga.

Allo stesso modo dei beni naturali che ci offre il pianeta - risorse genetiche quali piante ed animali, acqua, ecc - la conoscenza è un bene comune, tramandatoci dai nostri antenati, che ha consentito lo sviluppo di tutte le società umane. Nessuna evoluzione e nessun progresso sarebbero stati possibili senza la libera diffusione della conoscenza.

Per leggere il comunicato: http://www.equivita.it/comunicato11.05.07_noaibrevetti.htm

9/05/07

Mais OGM illegale rispedito al mittente USA

Fonte: Greenpeace Italia

L'Autorità olandese per la Sicurezza Alimentare rende noto che sarà rispedito negli Usa un carico di mais Ogm non autorizzato, arrivato nel porto di Rotterdam. Il carico illegale era stato denunciato da Greenpeace lo scorso aprile. Si tratta del mais transgenico Herculex RW, prodotto dalla Pioneer/Dow, che viene coltivato negli Usa ma non è autorizzato dall'Ue.

Per leggere il comunicato: http://www.greenpeace.org/international/press/releases/illegal-genetically-engineered-2

4/05/07

Canada: Alimenti GM: consumatori ancora nel buio

Fonte: Greenpeace

Un’ampia coalizione di gruppi canadesi e internazionali comprendente un ex ministro dell’Ambiente ha chiesto al governo canadese di emanare l’obbligo di etichettatura per gli OGM e acconsentire infine alla stipula di un accordo internazionale sull’etichettatura degli alimenti GM. La richiesta è giunta mentre è si riunisce a Ottawa il Codex Alimentarius, commissione delle Nazioni Unite in cui si discuterà dell’impianto di standard internazionali per l’etichettatura dei transgenici.

Per leggere la notizia: http://www.greenpeace.org/canada/en/press/press-releases/genetically-engineered-food-c

4/05/07

UE: EFSA sollecita studi su animali clonati

Fonte: Food Navigator, Francia

L’EFSA ha chiesto a rappresentanti dell’industria e ad altri gruppi interessati di far pervenire informazioni scientifiche sulla carne clonata da aggregare alla propria valutazione.

L’agenzia costituirà il proprio parere sulla base delle informazioni acquisite e lo trasmetterà alla Commissione europea che deciderà se consentire l’immissione dei prodotti clonati nella filiera alimentare.

Sono ammessi studi sottoposti a revisione paritaria concernenti temi quale la sicurezza di carne, uova e latte derivati da cloni animali e loro discendenti; studi non rivisti da esperti saranno presi in considerazione solo se basati su dati scientifici e se conformi ad adeguati criteri di qualità.

Per leggere la notizia: http://www.foodnavigator.com/news/ng.asp?id=76203

2/05/07

UE, la Commissione rilancia le biotecnologie

Incentivi per le imprese biotech ma anche più dibattito con la società

Fonte: Consiglio dei Diritti Genetici, Nicoletta de Cillis

Promuovere la ricerca e lo sviluppo di un mercato di bioprodotti eco-efficienti, facilitare il trasferimento di conoscenze dalla scienza all’industria, incoraggiare il dibattito sui benefici e i rischi delle scienze della vita e delle biotecnologie, rimuovere gli ostacoli legislativi che pesano sulla ricerca e l’industria migliorando il coordinamento politico. Queste, in sintesi, le priorità elencate dal Presidente della Commissione europea, José Manuel Barroso, in una verifica di medio termine della Strategia sulle Scienze della Vita e le Biotecnologie (2002-2010).

Per leggere la notizia: http://www.consigliodirittigenetici.org/new/displaynews.php?id=202



Powered by Joomla! 1.6 - Webmaster: Roberto Trozzo