Percorso




Banner_no_viv

Banners



COME SOSTENERCI?
clicca qui

cingliale

Gogodigital Paypal Donation



AcyMailing Module


Iscriviti

    Iscriviti alle newsletter di           Equivita

Vienici a trovare su Facebook


Facebook Image

Seguici su Twitter


Twitter Image


NOTIZIE DAL MONDO
Una cena a base di animali GM: ecco quello che l’Unione Europea vuole portare sulle nostre tavole..
FONTE: TESTBIOTECH (www.testbiotech.org)

Monaco di Baviera / Parma, 30 settembre 2011.
L’autorità europea per la sicurezza alimentare, EFSA, sta accingendosi per la prima volta ad autorizzare alimenti derivati da animali geneticamente modificati. Passato il tempo di consultazione, oggi è l'ultimo giorno per i commenti su una prima bozza delle nuove linee guida EFSA. Queste verranno utilizzate per la valutazione di rischio sui prodotti di maggior consumo. Secondo tale bozza,l'EFSA prevede di valutare i rischi di prodotti come latte, carne, uova in un modo molto simile a quello utilizzato per le piante GM. Questioni come il benessere degli animali e gli interessi dei consumatori non sono state prese in considerazione. Tra i prodotti che in tal modo verrebbero autorizzati per il commercio sono inclusi: il salmone GM coperto da brevetto,  che produce maggiori quantità di ormoni della crescita, e i prodotti derivati dalle mucche GM il cui latte viene reso simile a quello materno con l’introduzione di geni umani.

Non contenta di aver autorizzato al commercio i prodotti di animali clonati senza alcun obbligo di etichettatura, l’Unione Europea sta preparando un nuovo attacco ai consumatori europei.
Potremmo essere alla vigilia di una situazione esplosiva, come è già avvenuto con le piante geneticamente modificate.
I consumatori, i produttori alimentari, gli agricoltori e gli animali diventano così le vittime di uno sviluppo trainato dall’avidità di profitto dell'industria biotecnologica”, afferma Christoph Then a nome del Testbiotech.
In un commento congiunto, Friends of the Earth Europe (FOE) e Testbiotech (Germania) avvertono che l'approccio per la valutazione di rischio così come viene eseguito per le piante geneticamente modificate non può essere trasferito agli animali. Le associazioni chiedono all’EFSA di interrompere l’attuale elaborazione di nuove linee guida per la valutazione dei rischi alimentari ed esigono che venga riavviato l’intero processo tenendo in debito conto gli interessi dei consumatori,dei produttori di alimenti, del benessere degli animali e degli agricoltori .

Comitato Scientifico EQUIVITA
Tel. + 39. 06.3220720, + 39. 335.8444949
E-mail: [email protected]
Sito internet: www.equivita.org





Powered by Joomla! 1.6 - Webmaster: Roberto Trozzo